Skip to content

Menu

Le multinazionali hanno troppo potere. È tempo di riprendercelo!

Diritti per le persone, regole per le multinazionali – Stop ISDS

Unisciti alla campagna per mettere fine ai privilegi delle corporations

Le multinazionali possono fare ricorso a un sistema di tribunali privati – l’ISDS – che utilizzano per intimidire i governi. Ma molte vittime di violazioni dei diritti umani da parte delle corporation non hanno alcun modo per ottenere giustizia.

Tutto questo non è giusto

Dobbiamo cancellare subito queste corti private

Al loro posto abbiamo bisogno di costruire un meccanismo vincolante a livello globale in grado di punire le multinazionali per i loro crimin.

570,238 participants
Obiettivo: 600,000
95%

Le nostre richieste

Stop ISDS

ISDS – acronimo di Investor-State-Dispute-Settlement, cioè Composizione delle controversie tra investitore e Stato. Si tratta di un opaco sistema di giustizia parallela accessibile soltanto alle grandi imprese.

Le imprese multinazionali hanno utilizzato questo sistema per minacciare i governi che hanno deciso di contrastarle, chiedendo miliardi di euro in compensazioni
Tra le politiche nazionali oggetto di ricorsi ISDS troviamo:

  • la regolamentazione dell’inquinamento di una centrale a carbone
  • l’introduzione di avvisi sui pacchetti di sigarette
  • la dichiarazione di una moratoria sul fracking
  • il blocco di un progetto minerario che avrebbe distrutto intere comunità
  • l’innalzamento del salario minimo
  • il tetto alle tariffe idriche per evitare un aumento delle bollette ai più poveri
  • l’aver impedito alle assicurazioni sanitarie di fare profitti smisurati

Non sempre le grandi imprese devono vincere la causa per ottenere cià che vogliono. Per molti paesi, la sola minaccia di un enorme risarcimento è sufficiente a lasciare campo libero alle corporations.

Quando milioni di persone in tutta Europa hanno rigettato il trattato USA-UE (TTIP), molti hanno appreso l’esistenza dell’ISDS (che era parte dell’accordo) e si sono opposti con forza.

Oggi si sta pianificando di estendere l’ISDS creando una corte permanente, dove le imprese potranno fare causa agli Stati. L’UE e i governi degli Stati membri vogliono realizzarla per poi includerla in tutti gli accordi commerciali. Dobbiamo contrastare il loro supporto ad un sistema tanto ingiusto e tossico.

Per fermare l’ISDS dobbiamo opporci a questi nuovi accordi e sbarazzarci di quelli già in essere. Le multinazionali e i super ricchi non hanno bisogno di un sistema separato per far valere i loro diritti.

Gli esseri umani hanno bisogno di più diritti, non le imprese

Vuoi saperne di più sull'ISDS?

Mettiamo fine all'impunità delle corporations

Distruggono il pianeta. Rovinano la vita delle persone. Riescono perfino a eludere le accuse di omicidio.

Ma invece di sanzioni, ottengono più potere e impunità. Negli ultimi decenni, il potere delle multinazionali è cresciuto a dismisura.

Se tu rubassi una pagnotta, potresti finire in tribunale. Ma le corporations si nascondono dietro opache architetture aziendali per evitare la responsabilità legale. Questo significa che possono impunemente perpetrare pesanti violazioni dei diritti umani e dell’ambiente, tra cui:

  • il furto delle terre
  • l’omicidio
  • l’ecocidio e l’inquinamento
  • il cambiamento climatico
  • il lavoro forzato
  • la violenza

Ecco perché attivisti e movimenti sociali in tutto il mondo si sono uniti per promuovere un sistema globale che punisca le multinazionali per i loro abusi.

Un nuovo sistema per vincolare le imprese alle loro responsabilità potrebbe essere la svolta nella battaglia contro il potere delle corporations. Ad esempio, potrebbe portare a:

  • diritti per le comunità locali nel Sud del mondo di citare in giudizio le multinazionali in luoghi come Francia, Germania o Regno Unito
  • un trattato vincolante su multinazionali e diritti umani, che darebbe alle persone una garanzia internazionale di punibilità delle imprese
  • nuove leggi nazionali ed europee come la legge francese sul dovere di vigilanza. Ciò obbliga le corporations a prendersi il compito di assicurare che i diritti umani non vengano violati nelle loro filiere globali.

Ma c’è un grosso problema. I paesi ricchi – come gli Stati Uniti e la maggior parte dei governi europei – stanno lottando con le unghie e con i denti per fermarlo. Gli stessi governi che pensano che le imprese transnazionali abbiano bisogno di diritti speciali e una corte ISDS tutta per loro, non vogliono dare alle persone comuni il diritto di inchiodare le imprese alle loro responsabilità.

Ecco perché dobbiamo mobilitarci con forza per assicurarci che i nostri politici si sveglino. Devono riconoscere che i diritti sono per le persone. Alle imprese servono regole.

Vuoi saperne di più sul trattato vincolante dell'ONU e le altre regole per le multinazionali?

La nostra campagna

Possiamo vincere?

A dispetto del loro enorme potere, ci sono segnali che le grandi imprese potrebbero perdere la loro battaglia per rafforzare l’ISDS ed evitare un meccanismo che ponga fine alla loro impunità.

  • Una bozza del trattato vincolante dell’ONU è stata pubblicata dopo una forte opposizione del settore privato
  • L’ISDS è diventato talmente tossico che pochi politici osano difenderlo. Il loro nuovo progetto di creare una corte mondiale per le imprese è in fase embrionale, e può ancora fallire
  • Il TTIP – l’accordo commerciale USA-UE che avrebbe garantito poteri senza precedenti alle corportations – è stato bloccato per il momento dalla mobilitazione di milioni di persone in tutta Europa.
  • Eurodeputati di tutto l’arco parlamentare hanno iniziato a rigettare l’ISDS e supportano il trattato vincolante dell’ONU. Il Parlamento europeo ha approvato non meno di 10 risoluzioni in supporto a questo meccanismo.

Il momento è favorevole. Abbiamo un’opportunità unica per assestare un potente colpo al potere irresponsabile delle multinazionali.

Firma ora la petizione!

Cosa puoi fare?

  • Firma la petizione
    Oltre 200 000 persone in 28 paesi europei hanno già preso parte alla battaglia per garantire diritti alle persone e regole per le corporations
  • Contatta gli attivisti del tuo paese. Scrivi qui il tuo stato di provenienza e trova chi sta lottando vicino a te.
  • Iscriviti per avere aggiornamenti. Inserisci la tua email qui e ti invieremo notizie sulla campagna, inclusi gli eventi e le giornate di mobilitazione.
  • Contatta i tuoi rappresentanti eletti. Scrivi al parlamentare europeo eletto nella tua zona o ai parlamentari nazionali, e mettili al corrente di questa faccenda. Abbiamo preparato una bozza di lettera in diverse lingue che puoi utilizzare.

Chi siamo?

Siamo una ampia alleanza di oltre 150 organizzazioni, sindacati e movimenti sociali.

Fino ad ora, oltre 200 000 hanno firmato la nostra petizione in 28 paesi europei

Il movimento è grande e sta crescendo ogni giorno
Vuoi farne parte?

Firma e condividi la petizione


News


Trivelle e arbitrati, l’Italia non paga più se la causa viene da privati con sede in UE

Posted on

  Di recente abbiamo visto le compagnie dell’oil&gas minacciare arbitrati internazionali contro l’Italia per l’emendamento al Dl Semplificazioni che sospenderebbe per 18 mesi le ricerche di idrocarburi. Il caso Rockhopper, tramite cui l’impresa britannica chiede 350 milioni di dollari di risarcimento in opache sedi arbitrali al nostro paese per averle vietato di trivellare entro le 12 miglia dalle coste abruzzesi, …

250 mila europei si schierano contro il potere delle corporation

Posted on

L’Europa dice basta! Nell’arco di appena una settimana, 250 mila cittadini europei hanno inviato un messaggio chiaro alla Commissione Europea e ai governi nazionali. I loro sforzi per rivitalizzare il controverso meccanismo ISDS non devono avere successo. La loro opposizione ad un importante sistema che assicuri la responsabilità delle imprese non può durare oltre. Il …

I deputati europei hanno approvato l’accordo tossico con Singapore

Posted on

Lo scorso 13 febbraio il Parlamento Europeo ha dato il via libera all’accordo tossico con Singapore, che contiene il pericoloso arbitrato ISDS a favore di investitori stranieri e multinazionali. Gli eurodeputati si sono trovati a votare un accordo unico, scisso in due parti (per una analisi approfondita si veda il report dedicato): la prima contiene disposizioni …

The Italian coast - sun, sea, sand and....oil?! Watch this inspiring video from @pia_eberhardt & @corporateeurope on how the people of Abbruzzo fought back against oil firm Rockhopper which is using #ISDS to sue Italy for not allowing oil exploration there

This super video by @corporateeurope & @pia_eberhardt shows why we must #StopISDS! The heroic people of Rosia Montana in Romania halted a gold mine which would've destroyed their community. Their reward? Getting sued for $4.4bn by the mining company!

Red Carpet Courts: the human stories behind 10 #ISDS cases filed, threatened or decided since 2015. They show how the rich and powerful hijacked justice, undermined communities’ struggles and environmental protection. https://t.co/JVhDBUxf3G