Skip to content

Menu

250 mila europei si schierano contro il potere delle corporation

L’Europa dice basta!

Nell’arco di appena una settimana, 250 mila cittadini europei hanno inviato un messaggio chiaro alla Commissione Europea e ai governi nazionali.

I loro sforzi per rivitalizzare il controverso meccanismo ISDS non devono avere successo.

La loro opposizione ad un importante sistema che assicuri la responsabilità delle imprese non può durare oltre.

Il messaggio è chiaro: le posizioni delle imprese sull’ISDS saranno contrastate in tutto il continente.

È stata una settimana importante per la raccolta di firme “Diritti per le persone, regole per le multinazionali”. Tutto è iniziato con il World Economic Forum, dove gli attivisti #StopISDS hanno sfidato la sicurezza per protestare travestiti da lupi. Sono stati fermati, ma non prima di aver esibito uno striscione nel centro di Davos.

Proteste e conferenze stampa hanno avuto luogo in diversi altri stati europei, tra cui l’Italia, che ha lanciato la raccolta di firme insieme ad un nuovo rapporto sugli impatti dell’ISDS nel nostro paese e nel mondo.

Oltre 150 organizzazioni, movimenti e sindacati hanno già deciso di appoggiare la campagna e possiamo essere certi che i politici dovranno prenderne atto.

Ma questo è solo l’inizio: la prima settimana di quella che sarà una campagna lunga almeno un anno.